Fase 2: sit-in lavoratori spettacolo, tutele siano per tutti

“Buonasera a tutte e tutti.
    Grazie di essere tornati con fiducia in Teatro. Stiamo attraversando una crisi sanitaria, economica e culturale senza precedenti. Nonostante ciò assisterete ad uno spettacolo dal vivo, ma questa sera lavorerà solo qualcuno perché la maggior parte dei lavoratori del settore non può farlo”. Comincia cosi’ il documento-volantino distribuito dai Lavoratori Spettacolo Piemonte davanti al Teatro Carignano, che questa sera riapre al pubblico dopo quasi 4 mesi di chiusura con lo spettacolo ‘Lintervista’, regia di Valerio Binasco, per soli 200 spettatori invece che per gli usuali 650 per via delle norme anti Covid.
    “Non siamo contro la ripartenza – dicono i manifestanti – ma vogliamo delle risposte e tutele per tutti. Sono più di 250 mila le persone che lavorano in questo settore e prima di qualsiasi vera ripartenza ci vogliono linee guida e regole chiare.
    Altrimenti si amplia ancora di più il divario tra le imprese pubbliche e private che beneficeranno di finanziamenti anche a fondo perduto e tutte le altre abbandonate a se stesse”. (ANSA).