“Cavalli di battaglia” e …Cavalli da macello…

Gigi Proietti, quasi ’80 anni …Bisognerebbe istituire un gruppo di osservazione e studio per preservarlo e augurarci sempre che viva per altri 100 anni…E’ “Il Teatro”… E’ Cultura…E’ tutto… Anche nelle scelte per il programma…Un vero “SIGNORE” dello spettacolo che, anche se può permettersi di tutto, non si atteggia e non si esalta come una “nullità” sinistrata , resa celebre solo per sua devianza…

Cavalli di Battaglia è un programma che è un vero pugno nello stomaco perché è una doccia fredda e fa capire la differenza tra “attori veri, improvvisati e mediocri che vanno avanti tramite i sinistrati che li esaltano.

Dopo “pseudo talenti della Lesbica deviata in tv, talent” e tutto il degrado artistico che continua a subire “il bel paese”, guardarsi una trasmissione come quella di Gigi Proietti e i suoi ospiti è veramente come essere oggi su un altro pianeta …Non ero più abituato …Con il tempo e come in tutte le cose , capisco anche perché hanno fatto di tutto per chiudere “la scuola” di questo “monumento” a Roma, preferendo e agevolando persone deviate e malate.

Senza parlare dell’eccezionale Compagnia di Proietti, nell’ultima puntata anche Vincenzo Salemme…Un altro grande…

Nell’ultima puntata di oggi e in chiusura , c’è stata un’interpretazione drammatica del grande Maestro da brividi ! Spero che Gigi Proietti ritorni al più presto ! Questa è Cultura e tutto questo “è una scuola” sempre aperta per tutti !

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *