La figuraccia della Raggi ma nonostante l’evidenza…CoRAGGIo è quasi finita

Da qualche giorno campeggia in rete la foto che trovate in questo articolo che è un vero e proprio plagio e forzatura nell’ostentare consenso che non esiste se consideriamo, come per tutte le sigle, che solo il 50% degli italiani ad oggi si è espresso in maniera chiara. Però questi irresponsabili e collusi non finiscono mai di confermare il loro vero fine che non è certo frutto di “onestà” .

Hanno rubato la foto e cosa peggiore che nessun media importante ne parla …Gli stessi media condannati dal M5S ma magicamente e puntualmente accondiscendenti verso il popolo grillino e nonostante i perenni insulti …Per non parlare del Fatto Quotidiano, palesemente schierato…

Nel caso della foto si nega l’evidenza e , il colmo, si insulta e si minaccia l’autore in maniera spudorata e nonostante è ben dimostrato l’origine della foto stessa …Incedibile …Allora chi sono i veri collusi con il potere ?

La Stampa:

Una scritta: «#coraggio. Insieme cambiamo tutto». Sopra il logo del Movimento 5 Stelle, sotto centinaia di persone in delirio. È la foto “di copertina” che campeggia sul profilo Facebook della sindaca di Roma, Virginia Raggi. Un’immagine pubblicata il 19 giugno, a tre giorni dall’elezione alla guida del Campidoglio. Ieri però, tra le decine di commenti ne è apparso uno “particolare”. Porta la firma di Pal Szilagyi-Palko, fotografo, che scrive: «Questa è la mia foto di un concerto di David Guetta in Romania. Non è di una convention politica».

In diversi hanno risposto al fotografo. C’è chi gli dice di stare zitto bollandolo come «bugiardo». Ma Szilagyi-Palko ha pubblicato anche il link alla foto originale rimandando al sito shutterstock.com dove, a pagamento, si possono scaricare immagine di vario tipo. E il link porta proprio alla foto “incriminata”: «Cluj Napoca, Romania, 2 agosto 2015: live di David Guetta», si legge nella didascalia.

13434840_603022093213577_5564387734786552373_n-kbdD-U1090796896658VLI-1024x576@LaStampa.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *