ilmimmo

Obama ad Atene e la “democrazia” …Pericle, l’inventore, Dittatore , generale e tiranno…E arrivo al Referendum …ATTENZIONE!

Obama ad Atene elogia la democrazia inventata da un “Dittatore Generale” (Pericle) che forse, nei suoi piani, credendosi immortale (come nel delirio di tutti i tiranni) , non avrebbe mai dato la parola a tutti o tutto sarebbe stato sotto controllo in una apparente libertà (come nel blog di Grillo che è garante unico e admin del server)  La cosa come si vede ,  a Pericle, gli è sfuggita di mano, morendo…Quindi al prossimo tutte le contraddizioni e il male che stiamo patendo per tanti “aspiranti Pericle che si sono susseguiti …

La democrazia è una grande bufala e pericolo perché la natura umana “non conosce equilibrio” e un equilibrio è necessario attraverso un altro uomo e/o uomini...Il tutto confermato “IN QUESTE ORE” : democraticamente in America e in Italia con Grillo …Elezione di Trump e la necessità di “UN GARANTE” che si dice civile e democratico…Quindi non “rompete più le palle ” con questa favoletta storica” e…SEMBRERA’ STRANO E VISIONARIO ma Italia, italiani e italianità hanno inventato tutto , genio e oltre ogni mente e di conseguenza anche LA COSTITUZIONE ITALIANA, PER COME FU CONCEPITA E IMPOSTA, E’ LA MASSIMA ESPRESSIONE DI LIBERTA’, GARANZIA PER TUTTI CHE OLTRE IL FATTORE DEMOCRATICO e anche per questo invidiata e copiata NEL MONDO ! Il mondo dovrebbe avere come modello di società civile la COSTITUZIONE ITALIANA e non la DEMOCRAZIA dei criminali democratici !

Solo in DEMOCRAZIA si può eleggere DEMOCRATICAMENTE un dittatore ma non è detto che si possa ritornare indietro…In questo ultimo caso l’umanità fa bene a patire la sua stupidità, malattie e devianze sinistrate complici e colluse.

Questi ultimi , auto proclamatisi un tempo intellettuali ma più deficienti delle aspettative, quando capiranno che non si insulta la gente esasperata e che ha giustamente paura, etichettandola razzista, fascista o xenofoba, attraverso un ragionamento volutamente deviato e imposto nel tempo, sarà sempre troppo tardi e avremo certamente “tanti Trump”…Per giustificare un fallimento storico sempre più evidente, rievocano tempi e circostanze che è impossibile, anche volendo e tecnicamente, ritornino…Un fatto oggettivo e per interessi trasversali globali…Imbecilli con la bandierina rossa nel cervello e con il poster del Che in cameretta  ! 

Concludo con un fermo VOTO NO ! La Costituzione non si tocca ! Sono gli uomini che devo essere toccati , presi e messi in galera per la loro incompetenza e per le loro collusioni delinquenziali.

Attenzione al Referendum del 4 dicembre, la riforma ha un articolo SEGRETO. Ecco qual è…
Superamento del bicameralismo perfetto, dimezzamento dei Senatori e taglio dei costi della politica: sono questi i cavalli di battaglia portati avanti dagli esponenti del governo in tv per convincere gli elettori a votare SI al referendum sulla riforma costituzionale. Qualcosa, però, non quadra.

Infatti, all’interno del testo della riforma c’è un articolo che i renziani tendono a tenere
nascosto, ad ignorare, a far finta che non esista: è il numero 117. Dalle parti del PD si tende a minimizzare l’importanza di questo passaggio della riforma, perché ciò che c’è scritto potrebbe significare la definitiva perdita della nostra sovranità nazionale: “La potestà legislativa è esercitata dallo Stato e dalle Regioni nel rispetto della Costituzione, nonché dei vincoli derivanti dall’ordinamento dell’Unione Europea e dagli obblighi internazionali.”. In pratica, se passano i SI al referendum, all’indomani del voto dentro la nostra Costituzione ci sarà scritto che l’Italia dovrà eseguire gli ordini di Bruxelles.
Questo particolare, che non emerge quasi mai in tv o sui giornali, è stato denunciato proprio
l’11 Ottobre scorso, nel corso del confronto con la Boschi a Otto e mezzo.
FATELO SAPERE A TUTTI DIFFONDETELO CONTRO LA CENSURA MEDIATICA

entradessodoogle

 

mappa-concettuale-su-pericle-schema-riassuntivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *