ilmimmo

Sindaco di Acquaviva e Sindaco di Altamura : “siamo l’esercito del selfie…”

…Ma nonostante tutto preferisco l’originale !
Per prima cosa vado a rimarcare un aspetto importante : più volte ho scritto che sono un ignorante cronico ma ho capito anche che gli imbecilli idioti , nonostante avessero tesserini , lauree e pezzi di carta vari , rimangono tali …Anzi , in diversi casi , questi ultimi amplificano tutto perché c’è “proprietà di parola” ma sempre deficienti rimangono …

Dopo questa premessa generale e senza nessun riferimento, arrivo all’articolo specifico. Già ieri mi sono commosso al servizio di Telenorba sul dimissionario Giannini del PD e sono stato fino a tardi con i fazzolettini a piangere, come mi succede guardando “Il segreto” …Commuovente…

Oggi vediamo su TG3 il servizio con il Sindaco di Acquaviva Carlucci che afferma tutto convinto : “Qui l’onestà è tornata di moda” …Ad Acquaviva ?

Allora , mi si può dire di tutto ma non sono certo un ipocrita deficiente, deviato sinistrato e , purtroppo, mi ritrovo a rivendicare “i diritti di idiozia” sul Movimento 5 stelle : se fosse tornata veramente l’onestà in Italia , mezza Italia sarebbe in carcere …Se fosse tornata l’onestà in Puglia , mezza regione sarebbe agli arresti…Se fosse tornata l’onestà ad “Acquaviva” , mezza Acquaviva sarebbe agli arresti , come Altamura ecc.ecc.

Caro Sindaco di Acquaviva , scrivo questo perché esiste anche “l’onestà intellettuale” !

Sicuramente è stato un atto importante e giusto di Austacio Busto , ma spacciare “per moda” un caso sporadico di denuncia è un altro misero tentativo strumentale che solo dalla solita “parte politica sinistrata” poteva arrivare. Poi ci si mettono anche “le mammelle mediatiche sinistrate compiacenti” per completare il quadretto.

Una cosa diventa “moda” quando sono in tanti a farla o a praticarla …

Allora , Pregiatissimo Sig.SINDACO di Acquaviva delle Fonti è solo quello caso di corruzione da denunciare nella Sua zona ?

PS. Complimenti Sig. Sindaco per la postura teatrale e la dizione ma per il “fumo di Londra” continuo, per il momento, a preferire Giacinto Forte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *