Festa del Cinema di Roma e le solite “imposizioni sinistrate”

Con l’avvento della rete e della tecnologia alla portata di tutti , questi idioti di sinistra (che si auto proclamavano intellettuali) continuano a voler imporre cose che non sono vere e a voler falsare la storia. Non è la prima volta ma questa volta l’idiozia e gli atti delinquenziali vengono smascherati molto presto. Come gli imbecilli che continuano a parlare di destra e di sinistra sotto un conclamato “nazismo finanziario e mediatico” mondiale. Il dramma è che tutto ciò è in essere dal 1990 e non da ieri e quindi come fai a non chiamarli “imbecilli e delinquenti” ?  

Succede anche al Festival del Cinema di Roma 2017 e con il nuovo film dei fratelli Taviani.

Non ho visto il film dei Fratelli Taviani, ma mi fido ciecamente di due amici Giornalisti a Roma che hanno visto questa cosa che hanno definito “un’immane cagata” di sinistra e solita imposizione che vuole minimizzare e nascondere “atti criminali” di chi si è definito e si definisce “liberatore” in ’70 anni, sulla resistenza, oltre a falsare nuovamente quella che è stata la storia vera.

Non ci sono parole quando a una conferenza stampa di parla di una “libera considerazione sul tema trattato” dai registi e poi, “questo pensiero” (se pur legittimo),  farlo passare come “verità assoluta”. Una manfrina che Italia subisce da ’70 anni. 

Sono anche consapevole che questo articolo farà pubblicità di riflesso a questi impostori e sicuramente indurrà qualcuno a vedere il film, ma il mio obbiettivo è quello di mettere in guardia e sicuramente c’è il solito spettro dell’imposizione nelle scuole e il concorso a quest’ultimo di qualche deviato malato politico,  preside e/o dirigente.

Sono anni che lo scrivo e dopo aver avuto esperienze a sinistra e a destra: “fino a quando non cancelleremo le ideologie politiche, vivremo sempre alla mercé di questi delinquenti che continuano pur sapendo la verità “…La verità è che il potere vero incentiva “la guerra” tra destra e sinistra per “tenerci occupati” e tenerci fuori da quello che è il vero cancro che si annida nel nazismo finanziario e mediatico e che sponsorizza con piacere “persone deviate e malate per gettare benzina sul fuoco”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *