Musica : l’elettronica veniva gestita “da menti” …Oggi “le menti” vengono gestite dall’elettronica

Oggi imi è venuto in mente un gruppo che non poteva mancare nella mia collezione personale e tra “le cassette” custodite gelosamente in macchina : I Tears for Fears !  Un gruppo musicale new wave e pop rock britannico naturalizzato Americano formato nel 1981 dal chitarrista Roland Orzabal e dal bassista Curt Smith.

Il gruppo fu inizialmente associato ai movimenti new wave e new romantic ma presto irruppe nel mainstream delle grandi hit parade internazionali.

Il nome del duo deriva da un trattamento psicoterapeutico sviluppato dallo psicologo Arthur Janov, nel corso del quale il paziente riprova le primissime sensazioni dell’età perinatale, da cui il nome “Tears for Fears” (lacrime di paure).

Il vero successo fu raggiunto con il terzo singolo Mad World che raggiunse il podio nel Regno Unito nel dicembre 1982. Il loro primo album, The Hurting, fu pubblicato nel marzo 1983. In questo album, e nel seguente, il tastierista e compositore Ian Stanley e il batterista Manny Elias furono considerati a pieno titolo membri della band. L’album offriva canzoni raffinate basate sull’uso del sintetizzatore e testi che riflettevano l’infanzia amara e l’educazione vissuta da Orzabal. The Hurting può essere considerato l’unico vero concept album della band, in base al fatto che i riferimenti allo sconvolgimento e alla prima terapia sono frequenti in ogni canzone. Lo stesso album raggiunse il 1º posto nel Regno Unito – dove ebbe un largo impatto – e sfornò le prime hit, Mad WorldChange e Pale Shelter.

Alla fine del 1983 la casa discografica mise sul mercato un singolo inedito, The Way You Are, per mantenere l’attenzione del pubblico sulla band mentre lavorava sul suo secondo album. Questo singolo fu l’ultima immersione dei Tears for Fears nell’atmosfera New Wave con largo uso di sintetizzatori.

Oggi ?

Nel 2001, obblighi burocratici portarono Orzabal e Smith ad incontrarsi e parlarsi per la prima volta dopo circa dieci anni. I due appianarono le controversie e cominciarono a comporre nuovo materiale.

L’album che ne venne fuori, Everybody Loves a Happy Ending, contenente dodici brani, sarebbe dovuto uscire per la Arista Records alla fine del 2003, ma un passaggio all’etichetta New Door, una branca della Universal, ne spostò la data di pubblicazione fino al 14 settembre 2004. L’album fu pubblicato nel Regno Unito ed in Europa a febbraio 2005 per la Gut Records. L’edizione inglese, francese e italiana del disco conteneva tutte e quattordici le tracce scritte durante la lavorazione dell’album. Ad aprile iniziò il tour britannico. L’esibizione allo stadio Parc des Princes di Parigi registrata a giugno 2005, venne pubblicata su CD e DVD in Francia e Benelux con il titolo Secret World Live in Paris.

Nel 2006 il disco Songs from the Big Chair fu ripubblicato in edizione deluxe con aggiunta di b-side e rarità.

Come comunicato sul loro sito ufficiale l’8 luglio 2013 la band inglese torna in studio a registrare dopo nove anni dalla pubblicazione del loro ultimo album.

Il 19 agosto 2013 la band pubblica sul suo sito ufficiale la cover di Ready to Start degli Arcade Fire cantata dai due artisti inglesi. Successivamente la band ha pubblicato anche le cover di And I Was a Boy from School e My Girls, inoltre nel 2015 annunciano che entreranno in studio per registrare un nuovo album.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *