ilmimmo

Ultima uscita “sinistrata” da Terni sul nostro Presepe: vietato a scuola

La motivazione data da un Dirigente scolastico di Terni è che “il nostro Presepe” disturba altre culture religiose.

Io parto dal presupposto , convinto e che nessuno può farmi cambiare idea ed è “che l’integrazione deve essere un insieme di culture “partecipate e partecipative”, dove la politica deve agevolare e no la ghettizzazione o porre l’accento sempre sulle differenze” 

Partendo da questo , mi dispiace dirlo ma oramai sono fermamente convinto che se ci si vuole uscire da questa “situazione malata e deviata” (per moda o per partito preso) bisogna seriamente cominciare a chiamare le cose con il loro nome e basta …Le “persone disturbate mentalmente o frustrate , malate seriamente, bisogna allontanarle dalla cosa pubblica ” e , se il caso , anche con la forza …Le camice di forza se furono inventate , ci doveva essere pur un motivo ? E nulla nasce per caso …Ricordatelo sempre …Anche il degrado che stiamo vivendo.

Anche in questo ultimo caso ci sono stati gli eccessi …L’equilibrio è il punto principale e noi abbiamo la fortuna di avere una cosa “geniale” , il massimo dell’equilibrio e del buonsenso : LA COSTITUZIONE ITALIANA !

Il potere tolto ad un singolo e spalmato, equilibrato , giusto e che garantisce diritti e doveri

Ripeto, dispiace dirlo , ma oggi , in quest’era , dove tutto è saltato purtroppo c’è il libero sfogo alle proprie paranoie , alla voglia di mettersi in mostra , alla voglia di contraddire a tutti i costi anche “le cose normali” per essere “differenti” …Non è politica ma grave patologia e chi ci rimette sono proprio quelli che dovevano essere i beneficiati di queste “manifestazioni deviate” . La vera politica è “intermediazione”, “buonsenso” e intelligenza …L’arguzia di cavalcare i tempi e adeguarsi a beneficio di tutti …Quest’ultimo aspetto deve servire anche a “identificare i malati , repressi e depressi che vogliono sfogarsi a spese di terzi e scagliare i propri problemi mentali sul prossimo”

E’ successo nella mia città e succede ovunque e non lo si fa più perché bisogna tutelare un qualcosa o altro ma (nella mente malata di turno) “per essere alternativi, farsi pubblicità, per gridare al fascismo, all’omofobia, al razzismo e per essere al centro dell’attenzione sotto dittatura mediatica”. Anche perché una mente malata e disturbata non riesce a ragionare o a trovare soluzioni immediate o attuali per la società civile e si aggrappa a cose morte e sepolte.

Un messaggio di gioia e amore come il nostro Natale o il Presepe,come può disturbare altre culture ? Stessa cosa al contrario e come già succede …

E il colmo dei colmi è che le “altre culture vogliono partecipare” alle nostre feste ma questi malati deviati sinistrati fanno di tutto per ghettizzare … E se proprio qualcuno è infastidito da un messaggio di amore e gioia , può anche starsene un paio d’ore a casa e di qualunque etnia sia …Anche perché succede anche agli italiani…

Uscite patetiche e malate senza senso …

Fonte Ansa articolo

Fonte articolo Tuttoggi 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *